CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO RETAILERIN

ThinkINside Srl (di seguito ThinkINside ) – Cod. Fisc. / P.IVA 02382990220, con sede legale in via Antonio da Trento 8/2, 38122, Trento (TN), Cod. Fisc. / P. IVA e Iscriz. al Registro delle Imprese di Trento 02180630226, controllata di U-Hopper srl, in persona del lrpt, Ing. Iacopo Carreras, munito dei necessari poteri (di seguito “ThinkINside”);

rende edotti i propri clienti delle C.G.C. relativamente al servizio RetailerIn

PREMESSO CHE

  • ThinkINside è una società operante nella produzione, progettazione, realizzazione, commercio e installazione di sistemi informativi a supporto della gestione di analisi di dati e della posizione di persone e/o oggetti.
  • “RetailerIN” (http://retailerin.com) è un servizio innovativo di in-store analytics commercializzato da ThinkINside (di seguito anche “il Servizio”). Esso permette di tracciare in maniera anonima il movimento della clientela nei punti vendita, offrendo un prezioso strumento a supporto delle decisioni per lo store manager ed eventualmente per il dipartimento marketing. Il Servizio prevede l’installazione di apparati (hardware e software) presso i punti vendita che consentono il tracciamento in forma anonima dei clienti che abbiano la connessione Wi-Fi attiva e perfettamente funzionante; i dati raccolti sono visualizzati tramite un cruscotto web. Il Servizio permette di visualizzare l’incidenza dei clienti che visitano un punto vendita rispetto al numero di passanti e la percentuale dei clienti ricorrenti.
  • Il servizio “RetailerIn” consente di raccogliere e rilevare automaticamente ed in forma anonima i dati quantitativi relativi alle visite dei Clienti presso alcuni punti vendita appartenenti e di “mettere a rete” il controllo dell’efficacia della intera Rete di Vendita.
  • di seguito sono illustrate le modalità di installazione e le modalità di raccolta e di utilizzo dei relativi risultati e delle relative tecnologie preesistenti;
  • ThinkINside, pur non effettuando alcuna attività BtoC (business to consumer), limitandosi invece ad attività BtoB (business to business), in ragione delle criticità insiste in ogni sistema che comporti “tracciamento” di clienti consumer, incoraggia nei propri partner/clienti/acquirenti dei propri servizi tecnologici la adozione di una rigorosissima privacy policy;
  • il cliente finale – utilizzatore o acquirente, che dir si voglia, qualora non lo avesse già fatto, si impegna ad adottare una privacy policy, rendendola fruibile sul proprio sito internet, connessa ad un codice etico, ovvero nelle informative ex art 13 Codice Privacy, sottoscritte dai propri clienti consumer attraverso carte di fidelizzazione della cliente-acquirentela;
  • Le presenti condizioni generali ex artt. 1341-1342 c.c. presuppongono un contratto di comodato relativo alle strumentazioni e ai beni in collegamento negoziale, nel senso che vi è un nesso di interdipendenza tra i citati negozi fra loro, nella prospettiva di uno scopo comune.
  • Le presenti CGC vengono pubblicate in chiaro sul sito di RetailerIn, all’indirizzo http://retailerin.com: esse vengono ritenute perfettamente conosciute dall’esercente, imprenditore, società ecc. che effettuasse proposta contrattuale attraverso i canali di marketing della società ThinkINside Srl.

Tutto ciò premesso e considerato, di seguito le C.G.C. per il servizio RetailerIn vengono dettagliate.

ART. 1 – PREMESSE E DEFINIZIONI

Le premesse, insieme ad eventuali Allegati – poichè espressamente richiamati, costituiscono parte integrante e sostanziale delle qui presenti Condizioni Generali di Contratto, ai sensi e per gli effetti delle norme di cui agli artt. 1341-1342 c.c., talchè risulti il tutto un contenuto negoziale inscindibile dal suo contesto. Il contratto si perfezionerà dunque con la adesione, adeguatamente formalizzata, dell’esercente, impresa, società, alle presente CG di contratto e ai relativi eventuali allegati, attraverso la sottoscrizione di proposta contrattuale in appositi formulari.
Le definizioni relative al presente testo divulgativo delle CG di Contratto, sono rinvenibili sul sito internet: http://retailerin.com. Ad ogni buon conto, quali definizioni essenziali, ma non esaustive, si intendano le seguenti:

  • contratto”, “Accordo” – trattasi di sinonimi per intendere la scrittura privata, scaturente dalle presenti CGC e dalla proposta negoziale effettuata dalla impresa cliente (esercizio commerciale o catena di negozi);
  • cliente” ovvero “cliente esercente”, ovvero “cliente esercente impresa società” è il cliente di ThinkINside che aderisce alle presenti CGC;
  • “clienti consumer” sono il pubblico dei consumatori, clienti del cliente di ThinkINside;
  • offerta tecnica” – descrizione e/o documentazione del prodotto, presente rinvenibile sul sito internet: http://retailerin.com, quale parte integrante ed essenziale dell’accordo finale;
  • tracciamento” – monitoraggio degli oggetti in movimento e rendicontazione informatica, che il sistema Retailer-In, è in grado di offrire;
  • buona fede e correttezza” – presi anche singolarmente, sono concetti-principi cd. valvola del nostro ordinamento giuridico, che impongono atteggiamenti e contegni, che le parti di un negozio giuridico, quale è un contratto, debbono assumere vicendevolmente;
  • Codice Privacy” o “codice Riservatezza” – Dlgs 196/03 Codice In Materia Di Protezione Dei Dati Personali (già Legge 675/96);
  • garante” – Autorità Garante della privacy;
  • clausola compromissoria multistep”- clausola per cui, su accordo delle parti, in tema di diritti disponibili, si deroga alla giurisdizione del Giudice naturale, dapprima esperendo un tentativo di media-conciliazione, quindi, in caso di insuccesso, si dà adito ad arbitrato, ovvero si devolve la lite in arbitri;
  • Imposte” e/o “tasse” – includono, senza limitazione, imposta sulle vendite, imposte di utilizzo, imposte comunali, ritenute alla fonte, imposta sul valore aggiunto o altre tasse o imposte di dogana, dazi, detrazioni, oneri o ritenute subite, ma non comprendono le tasse societarie imposte sul reddito netto di ThinkINside;
  • Regolamento” – disciplinare tecnico giuridico che integra le presenti CGC.

ART. 1 BIS – OGGETTO

E’ la fornitura di un notevole strumento di monitoraggio dei fenomeni che si verificano nei punti vendita e raccogliere da questo una valutazione qualitativa e quantitativa, dietro corrispettivo – in ragione del sinallagma negoziale – da determinarsi in alla stegua della proposta contrattuale formulata dal cliente alla luce di listini per il servizio retailerin, che il cliente pagherà a ThinkINside secondo le modalità previste nella proposta di contratto, che lo stesso redigerà. Il rilascio del servizio prevede due (2) fasi distinte:

  • Fase 1: installazione dell’hardware necessario e osservazione delle dinamiche del comportamento dei Clienti all’interno dei Punti Vendita, utilizzando le analitiche offerte dal Servizio RetailerIN anche al fine di identificare potenziali criticità e margini di miglioramento del business commerciale;
  • Fase 2: rilascio definitivo del servizio tramite accesso via WEB con profili di accesso differenziato.

Il servizio verrà effettuato nei Punti Vendita del cliente, che indicherà fornendo l’Elenco Punti Vendita (che sarà cura del cliente allegare alla propria proposta negoziale), da considerarsi quale allegato all’Accordo finale, scaturente dalla somma delle presenti CGC e della proposta contrattuale del cliente.
Resta fermo quanto definito in merito ai costi di installazione del sistema RetailerIn presso i Punti Vendita ai sensi dell’art 5 delle CGC.

ART. 2 – PERFEZIONAMENTO DEL CONTRATTO

Il Contratto si perfeziona con l’accettazione della Proposta da parte del Cliente, da comunicare a ThinkINside tramite il servizio vendita o rete di vendita.

ART. 2 BIS – ATTIVITÀ DEL CLIENTE FINALE ADERENTE ALLE CGC

Il cliente si farà carico delle seguenti attività:

  • Comunicare il progetto ai propri Punti Vendita e agevolare l’installazione dell’hardware;
  • dotarsi dei necessari titoli abilitativi richiesti dalla normativa vigente, con particolare riferimento al Dlgs196/2003 (cd. Codice Privacy).
  • Corrispondere il compenso a ThinkINside come pattuito sulla base della proposta contrattuale e dei listini.
  • Dotare i punti vendita di linea internet a banda larga con connettività wi-fi.

ART. 3 – ATTIVITÀ DI THINKINSIDE

ThinkINside si farà carico delle seguenti attività :

  • Inviare tutte le componenti hardware e software legate al servizio RetailerIn presso i Punti Vendita indicati dal cliente: esse sono autoinstallanti;
  • Supportare il cliente nella valutazione dei risultati delle analisi svolte nel corso della fase 1.
  • Eseguire le attività a proprio carico nel rispetto dell’Accordo scaturente dalla CGC, impegnandosi a manlevare e tenere indenne il cliente esercente commerciale per ogni danno e/o pretesa di terzi, ivi inclusi i Clienti e i Punti Vendita, che dovessero derivare per effetto dell’inadempimento da parte di ThinkINside e/o dei fornitori di cui questa si avvalga nell’adempiere a quanto previsto nel presente Accordo.
  • Gestire il Servizio nel rispetto delle normative applicabili, impegnandosi a manlevare e tenere indenne il cliente finale per ogni danno e/o pretesa di terzi, ivi inclusi i Clienti e i Punti Vendita, che dovessero derivare per effetto del mancato rispetto di obblighi di legge da parte di ThinkINside e/o dei fornitori di cui questa si avvalga.

ART. 4 – DURATA DELL’ACCORDO

Il presente Accordo ha durata a scelta di 12,18,24) mesi dalla sua sottoscrizione, sulla scorta della proposta formulata dal cliente su appositi moduli. Resta inteso che il medesimo Accordo potrà essere prorogato per iscritto tra le Parti, anche tramite scambio di p.e.c. ad opera dei soggetti muniti rispettivamente dei poteri di rappresentanza, anche previa giusta delega.

ART. 5 – DIRITTI DI PROPRIETÀ INDUSTRIALE E/O INTELLETTUALE

ThinkINside dichiara e garantisce di aver idoneo titolo ad effettuare il presente Servizio, essendo il legittimo titolare del Servizio e di tutte le licenze ed autorizzazioni necessarie, impegnandosi a manlevare e tenere indenne il cliente e i suoi Punti Vendita da ogni rivendicazione al riguardo.
L’Accordo non implica il trasferimento ad alcuna delle Parti della titolarità delle rispettive licenze o altri diritti d’uso su brevetti, copyright od altri diritti di privative industriali – inclusi marchi, know-how e conoscenze tecnologiche e metodologiche – (“Diritti di Proprietà Intellettuale”) suscettibili di protezione legale ai sensi delle norme applicabili, che siano stati messi a disposizione o, comunque, comunicati da ciascuna delle Parti nell’ambito del presente rapporto.
Ciascuna Parte potrà essere autorizzata dall’altra Parte ad utilizzare i Diritti di Proprietà Intellettuale di quest’ultima solo nei limiti di quanto strettamente necessario ai fini dell’esecuzione dell’Accordo e non potrà in alcun caso vantare, per alcun motivo, alcuna pretesa sui diritti di Proprietà Intellettuale dell’altra, anche in seguito alla risoluzione, allo scioglimento o alla cessazione dell’Accordo tra le Parti.
Ogni Parte rimane pertanto la sola ed esclusiva proprietaria dei propri Diritti di Proprietà Intellettuale da detta Parte detenuti al momento della sottoscrizione del presente Accordo, nonché di tutti i Diritti di Proprietà Intellettuale che ciascuna Parte ha sviluppato o comunque acquisito in tutto o in parte anche in esecuzione dello stesso Accordo.
Allo scioglimento o alla risoluzione o cessazione del presente Accordo (sempre scaturente dalla adesione alle presenti CGC), quale che ne sia il motivo, ciascuna Parte dovrà procedere alle modifiche necessarie affinché nessun rischio di confusione possa sussistere tra i rispettivi Diritti di Proprietà Intellettuale contemplati nei precedenti paragrafi.

ART. 6 – STRUMENTAZIONE

ThinkINside concederà ai Punti Vendita del cliente, per tutta la durata del contratto la strumentazione necessaria in comodato d’uso a titolo gratuito.
La predetta strumentazione sarà installata, ad opera di addetti ThinkINside e/o personale di parti terze come da regolamento rinvenibile sul sito internet: http://retailerin.com, prima della data di rilascio del Servizio di cui al precedente Articolo 4.
Trattandosi di dispositivi autoinstallanti sarà semplice la istallazione in ciascun punto vendita, a patto che sia dotato di internet ad alta velocità e connessione wi-fi perfettamente funzionanti.
Sarà cura di ThinkINside far sottoscrivere ai PdV, al momento della proposta idoneo contratto di comodato contenente le condizioni d’uso della predetta strumentazione le conseguenti modalità di utilizzo, le eventuali responsabilità dei PdV e più in generale l’intera disciplina del rapporto di comodato afferente le predette apparecchiature.v. In caso di cessazione del contratto, prima dei 24 mesi di canoni corrisposti, le strumentazioni dovranno essere restituite a ThinkINside, cooperando con buona fede e correttezza.
Tuttavia, qualora il presente accordo fosse rinnovato per almeno una volta, decorsi 24 mesi l’hardware diverrà di proprietà del cliente esercente/impresa/società e non già dei suoi punti vendita. Fermo restando che il software, codici sorgenti e quant’altro resterà di titolarità di ThinkINside, come da art. che precede.
ThinkINside non potrà rispondere di malfunzionamenti, che siano etiologicamente legati a manomissioni effettuate dai PdV o da terzi presso i PdV.

ART. 7 – ACCESSO AI LOCALI

I Punti Vendita consentiranno al personale di ThinkINside e/o di eventuali fornitori da questi scelti l’accesso ai propri locali ai fini dello svolgimento delle attività oggetto dell’ Accordo.

ART. 8 – RESPONSABILITÀ E RISOLUZIONE

Il cliente si impegna ad operare secondo i generali canoni ordinamentali di buona fede e correttezza, ottemperando ai doveri di informazione reciproca, ovvero a quello di collaborare, al fine di raggiungere gli obiettivi dell’ Accordo, così come scaturenti dal combinato disposto di CGC e proposta del cliente, ma nessuna sarà ritenuta responsabile verso l’altra nel caso in cui non si riesca a conseguirne la realizzazione, a patto che siano stati osservati i prefati canoni.
In caso di violazione dell’articolo 5 (Diritti di proprietà industriale e/o intellettuale), articolo 9 (Riservatezza) e 14 (trattamento dati personali) la Parte adempiente si riserva la facoltà di dichiarare risolto di diritto l’Accordo, ai sensi dell’articolo 1456 del codice civile, mediante comunicazione scritta da inviarsi all’altra Parte con raccomandata A/R ovvero con p.e.c. Stesso avverrà in caso di ritardato pagamento da parte del cliente dei compensi maturati da ThinkINside per i serivizi connessi al sistema RtailerIn. In tal caso, essendo stata accettata la presente clausola risolutiva espressa, ThinkINside potrà sospendere o disattivare il servizio, oltre che recuperare le strumentazioni e i canoni maturati, coattivamente.

ART. 8 BIS – RECESSO

Il Cliente ha la facoltà di recedere in qualsiasi momento dal Servizio, dandone comunicazione scritta a ThinkINside a mezzo posta elettronica certificata, con un preavviso di 90 (novanta) giorni. In tal caso, ThinkINside S.r.l. darà corso alla procedura di disattivazione del Servizio, anche se i canoni maturati dalla Soc. ThinkINside andranno corrisposti sino allo spirare del termine di scadenza preavvisato.

ART. 9 – RISERVATEZZA

Il cliente e i suoi PdV si impegnano per sé, per le società controllate, gli amministratori, i dipendenti, i consulenti propri e delle proprie controllate a mantenere assolutamente riservata l’esistenza e il contenuto del presente Accordo, come pure tutte le informazioni di cui dovessero venire a conoscenza in relazione al progetto (le “Informazioni Riservate”), impegnandosi a fare tutto quanto nelle loro possibilità per evitare che terzi ne possano venire a conoscenza, facendone indebito uso, a meno che: (i) le Informazioni Riservate siano di dominio pubblico; (ii) la comunicazione delle Informazioni Riservate sia richiesta da disposizioni normative o dalle competenti Autorità; (iii) la comunicazione o la divulgazione delle Informazioni Riservate venga fatta da una delle Parti in favore del proprio consiglio di amministrazione, consulenti legali, finanziari e contabili che siano vincolati al segreto professionale, su richiesta o motivata necessità.
Gli impegni di riservatezza di cui al presente articolo proseguiranno per 2 (due) anni successivi alla data di cessazione del contratto scaturente dalle CGC presenti.

ART. 10 – COMUNICAZIONI

Tutte le comunicazioni, variazioni o modifiche relative alle presenti CG di contratto saranno ritenute come debitamente effettuate se redatte in forma scritta ed indirizzate al cliente negli indirizzi di cui al modulo di proposta di contratto, che egli debitamente sottoscrive e riempie in ogni sua parte.

Per le comunicazioni verso ThinkINside, esse vanno indirizzate a ThinkINside srl, v. A. da Trento 8/2 38122 Trento, ovvero all’indirizzo p.e.c. ricavavile dal sito internet: http://retailerin.com.

ART. 11 – CLAUSOLA FISCALE

L’Accordo, concluso in forma di corrispondenza commerciale, è soggetto all’imposta di bollo e di registro solo in caso d’uso, in applicazione della vigente normativa.

ART. 12 – LEGGE APPLICABILE E CLAUSOLA COMPROMISSORIA MULTISTEP

Il presente Accordo è disciplinato e regolato dalla legge italiana.

Allo scopo di deflazionare ogni possibile controversia, nello spirito di correttezza e buona fede, le controversie che dovessero insorgere fra le parti della presente scrittura – comprese quelle inerenti la sua interpretazione, validità, efficacia, esecuzione e risoluzione, che abbiano per oggetto diritti disponibili, saranno soggette, previo esperimento obbligatorio di tentativo di composizione bonaria attraverso il meccanismo del comitato tecnico, illustrato nel precedente articolo, a tentativo di Mediazione, volto alla conciliazione, presso la sede dell’Organismo di Mediazione iscritto nell’elenco del Min. Giustizia, che sia competente per territorio. Solo in caso di infruttuoso tentativo di mediazione, saranno decise da un arbitro nominato, entro trenta giorni dalla richiesta fatta dalla parte più diligente, dal Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Trento. Nel caso di mancata nomina dell’arbitro nei termini, vi provvederà su istanza della parte più diligente, il Presidente del Tribunale di Trento su istanza della parte diligente. L’arbitro deciderà, entro novanta giorni dalla nomina, in modo irrevocabilmente vincolativo per le parti, con arbitrato irrituale ma secondo diritto, con dispensa da ogni formalità di procedura ed anche dell’obbligo del deposito del lodo. L’arbitro stabilirà a chi farà carico o le eventuali modalità di ripartizione del costo dell’arbitrato. Non potranno essere oggetto di compromesso o di clausola compromissoria le controversie nelle quali la legge preveda l’intervento obbligatorio del Pubblico Ministero.

ART. 13 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELLA NORMATIVA SULLA PRIVACY

In relazione ai trattamenti di dati personali oggetto del presente Accordo, le Parti, ognuna per quanto di competenza, si conformano alle disposizioni del D.Lgs. 196/03 (c.d. Codice privacy).
Per l’esecuzione del presente Accordo, le Parti e i PdV non effettueranno alcun trattamento di dati personali. Il servizio “RetailerIn” acquisisce dati anonimi e li organizza in forma anonima come specificato nei documenti presenti sul sito internet: http://retailerin.com.
ThinkINside, in ogni caso, non può essere titolare del trattamento di dati personali, atteso che non ha alcun rapporto diretto con i consumatori, clienti del proprio cliente.
I termini “dato personale”, “titolare”, “dato anonimo” si intendono come aventi il significato corrispondente alle rispettive definizioni rese nell’art. 4 del Codice Privacy. Per “dati pseudonimizzati” si intendono dati personali che non possono essere attribuiti ad uno specifico interessato senza l’utilizzo di informazioni addizionali, nella misura in cui tali informazioni addizionali sono mantenute separate e soggette a misure tecniche ed organizzative per prevenire ed evitare la re-identificazione degli interessati.

Le Parti, ognuna per quanto di competenza nell’ambito del presente Accordo, si impegnano a mantenersi reciprocamente indenni da ogni contestazione, azione o pretesa avanzate nei loro confronti da parte degli interessati e/o di qualsiasi altro soggetto e/o Autorità a seguito di eventuali inosservanze al suddetto Codice.

Ritenuto che la normativa in merito alla riservatezza è volta alla massima tutela di siffatte situazioni giuridiche soggettive, sia sul piano del diritto positivo, che in senso evolutivo (“privacy by default”); tenuto conto del fatto che la filosofia di ThinkINside è volta alla massima salvaguardia dei diritti e delle libertà personali; atteso che anche il cliente esercente commerciale si impegna a condividere siffatta impostazione, in virtù della best practice aziendale in punto di trattamento dei dati personali (cfr. Codice Etico), in ossequio al diritto fondamentale sotteso; tutto quanto considerato, ritenuto ed atteso, le parti concordano che, essendo il cliente l’unico front office nei confronti del pubblico degli utenti e consumatori, alias clienti finali consumer, Il cliente esercente si farà carico del più rispettoso ossequio della normativa in tema di trattamento dei dati personali e si conformerà non solo alle disposizioni di legge, ma anche alle prescrizioni della Autorità Garante, specie nell’ambito della cosiddetta “profilazione” dell’utente, posto che detta profilazione è e resta – allo stato – meramente ipotetica e teorica col sistema di aui al presente contratto. All’uopo, il cliente esercente si impegna, in maniera ferrea, a:
i) porre in essere tutte le attività e gli adempimenti previsti dalla vigente normativa a carico delle imprese che operano nei settori delle TLC e della ICT, osservando altresì quanto previsto dai provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali in materia di tracciamento e profilazione, oltre che delle norme del Codice a cominciare dalla notifica al Garante di ogni attività di trattamento, ottenendo le necessarie autorizzazioni, in caso di dati sensibili conformemente alle prescrizioni dell’art. 26 del Codice e, ove necessario, alle norme di cui al titolo X del Codice privacy; per l’effetto, ii) tratterà solo i dati necessari, pertinenti e non eccedenti le finalità di trattamento, iii) fornirà – ove necessario – l’informativa ai Clienti ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. n.196/03 e richiederà ed otterrà i consensi dei clienti in modo espresso di cui all’art. 23 del citato decreto legislativo, di modo che il consenso sia libero, dettagliato sull’oggetto, certo e consapevole, iv) darà ossequio ai principi volti al libero accesso ai dati da parte dell’interessato ed alla cancellazione, su richiesta, dei dati; cancellazione che sarà automatica quando il trattamento sia terminato o non più necessario; v) si conformerà alle cd. misure minime di sicurezza in modo che i dati personali siano custoditi e controllati così da ridurre ad un ragionevole margine il rischio di sottrazione o perdita degli stessi, garantendone la loro integrità, nonché da rischi di accessi non autorizzati da parte di terzi (a titolo esemplificativo e non esaustivo, attraverso sistemi di autenticazione informatica per chi gestisce i dati, antivirus, back up dati, uploads di sistemi telematici di immagazzinamento dati), evitando inoltre il trattamento di dati non consentito e non conforme; fra le m.m.s. non mancherà di approntare un DPS [documento programmatico sulla sicurezza], predisposto da consulenti qualificati; darà osservanza anche all’Allegato B del D.lgs. 196/03, alias “disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza”, quale complesso di misure tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali di sicurezza che configurano il livello minimo di protezione normativamente richiesto rispetto ai rischi di distruzione o perdita dei dati, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alla finalità della raccolta; vi) darà attuazione al riparto del trattamento fra imprese eventualmente associate, come le controllate della odierna acquirente, oltre che al riparto di competenze e funzioni in tema di trattamento dei dati personali inter-aziendale (titolare – responsabile – incaricato); vii) darà certezza della durata di trattamento e svolgerà, ove possibile, un trattamento in modo anonimo dei dati. Sul piano operativo, si darà seguito a quanto segue:
Il cliente esercente, ai sensi dell’art.28 del D.Lgs.196/03, sarà titolare del trattamento dei dati personali (di seguito “Titolare”) dei Clienti finali consumatori;
Il cliente esercente, ai sensi del’art.29 del citato Codice, nominerà fra i propri quadri dirigenti ovvero in società esterna in outsourcing il soggetto responsabile dei trattamenti dei dati personali dei Clienti (“Responsabile”) che effettuerà per conto del cliente esercente medesimo. La nomina a Responsabile avverrà mediante apposita lettera con le relative istruzioni per il Responsabile. Di tale nomina sarà tempestivamente resa edotta ThinkINside.
All’uopo, con il presente accordo, il cliente esercente è da considerarsi autorizzato ad avvalersi di soggetti terzi (outsourcer/fornitori) per svolgere le attività in parola: essa rimarrà, in ogni caso, pienamente e direttamente responsabile delle azioni od omissioni di tali soggetti terzi e quivi garantisce il corretto adempimento da parte di tali soggetti terzi delle attività che affiderà loro e manterrà ThinkINside indenne da ogni pretesa di terzi. La nomina a Responsabile dei singoli outsourcer/fornitori avverrà mediante apposita lettera con relative istruzioni per il Responsabile. Tempestivamente sarà resa edotta ThinkINside.
Sarà a carico del cliente esercente provvedere a fornire adeguate istruzioni al proprio personale, ovvero al personale dei PdV, verificando l’adempimento di tutte le incombenze necessarie al rispetto della vigente normativa in materia di privacy. Esso cliente esercente provvederà quindi a conservare le dichiarazioni di consenso al trattamento dei dati sottoscritte dai Clienti finali.
Il cliente esercente gestirà tutte le richieste di accesso ai dati personali formulate dai propri Clienti ai sensi dell’Art.7 del Codice Privacy ed ogni altra richiesta riguardante i predetti dati personali, anche se formulata da soggetti delegati dai Clienti finali. Le richieste che perverranno telefonicamente o telematicamente saranno gestite dal cliente esercente o da delegato.
Esso cliente esercente gestirà direttamente la richiesta di variazione dei consensi dei Clienti finali e le indicazioni dei Clienti medesimi in conformità a quanto stabilito dalla normativa vigente e dai provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali.
La inosservanza da parte del cliente esercente delle norme richiamate e dei principi in materia di protezione dei dati personali (privacy-riservatezza), e/o delle prescrizioni del Garante, oltre che rilevare sul piano giuspubblicistico (sanzioni penali, pecuniarie e detentive) e privatistico (risarcimenti danni da parte di utenti, per lesione di diritti della personalità), determinerà un inadempimento contrattuale in danno di ThinkINside, che comporterà la risoluzione del contratto ex art. 1456 c.c., intendendosi la presente quale clausola risolutiva espressa, ed il risarcimento del danno, che si determina forfettariamente in € 80.000,00 (ottantamila/00).

ART. 14 – CESSIONE DELL’ACCORDO

L’Accordo scaturente dall’incontro delle presenti CGC e della proposta negoziale avanzata dal cliente esercente non potrà essere ceduto da nessuna delle parti a qualsivoglia soggetto terzo, nemmeno parzialmente, a meno di un preventivo e specifico consenso scritto dell’altra parte.

ART. 15 – NESSUNA ASSOCIAZIONE

Le presenti CGC ancorchè accettate e fatte proprie con l’invio della proposta commerciale fatta dal cliente esercente non comporterà in alcun modo il sorgere di una organizzazione comune, associazione anche in partecipazione, joint-venture, consorzio, accordo di agenzia od altro: ciascuna Parte resta estranea a tutti i rapporti con terzi di qualunque natura, che le altre Parti porranno in essere per lo svolgimento delle proprie attività e non sarà, pertanto, responsabile dei debiti e delle obbligazioni assunte nei confronti di terzi.

ART. 16– NON ESCLUSIVA

Il presente Accordo non è in esclusiva. Le Parti saranno libere di concludere con altre società accordi analoghi.

ART. 17 – ADEMPIMENTI AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001

Il cliente esercente dichiara di conoscere il contenuto del D.Lgs. 231 dell’8 giugno 2001 in materia di responsabilità amministrativa degli enti, come successivamente modificato e integrato, e si impegnano ad improntare i propri comportamenti finalizzati all’esecuzione delle attività di cui al presente Accordo a principi di trasparenza e correttezza ed alla più stretta osservanza del succitato Decreto Legislativo.
In particolare, ciascuna delle Parti dichiara e garantisce che, nell’espletamento delle attività previste dal presente Accordo, coloro che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione della propria società o di una loro unità organizzativa, coloro che esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo della propria società nonché i soggetti comunque sottoposti alla direzione o vigilanza di alcuno dei precedenti, conformeranno i propri comportamenti a quanto previsto dal citato D. Lgs. 231/2001 e – ove sussistenti -, al Codice Etico, alla Policy Anticorruzione ed al Modello Organizzativo rispettivamente adottati ai sensi del predetto D. Lgs. 231/2001.

ART. 18 – DISPOSIZIONI FINALI

Qualora una o più disposizioni delle CGC qui presenti si rivelassero nulle, invalide o inefficaci, le altre disposizioni dello stesso rimarranno pienamente efficaci. Le Parti si impegnano a sostituire tali disposizioni nulle, invalide od inefficaci con altre di simile contenuto, al fine di salvaguardare l’economia generale del presente atto.
Qualsiasi modifica alle presenti CGC ovvero all’accordo scaturente dall’incontro delle volontà non sarà valida e vincolante ove non risulti da atto scritto firmato dalla Parte nei cui confronti la stessa viene invocata.
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Accordo Commerciale, le Parti rinviano alle disposizioni del Codice Civile e, in ogni caso, alle norme vigenti in materia.
Integrano il presente contratto, quali parti essenziali dello stesso, il regolamento rinvenibile sul sito internet: http://retailerin.com, nonché i documenti tecnici descrittivi, anc’essi reperibili su http://retailerin.com.
Non potranno ritenersi addebitabili a ThinkINside mancati funzionamenti dovuti a guasti, vizi o difetti della rete telefonica ovvero della strumentazione router wi-fi.